17 dicembre 2010

sentenza corte costituzionale n. 359/2010

Cari amici,
alla pagina di dicembre 2010 del mio sito
(http://www.stranieriinitalia.it/briguglio), troverete la sentenza
della Corte Costituzionale n. 359/2010, con la quale viene dichiarata
l'illegittimita' costituzionale dell'art. 14, co. 5-quater, D. Lgs.
286/1998, come modificato dalla L. 94/2009, nella parte in cui non
dispone che l'inottemperanza all'ordine di allontanamento impartito
dal questore allo straniero gia' condannato per una simile
inottemperanza, sia punita, in analogia a quanto previsto per la
prima inottemperanza, nel solo caso che abbia luogo senza
giustificato motivo.

La ragione della decisione della Corte, di segno apparentemente
diverso rispetto a una precedente pronuncia (Ordinanza n. 41/2009),
risiede nel fatto che, con la modifica introdotta dalla L. 94/2009,
alla prima condanna puo' seguire la reiterazione del procedimento
"mancato accompagnamento coattivo => mancato trattenimento => ordine
del questore => condanna in caso di inottemperanza". Per questa
ragione, la sanzione di cui all'art. 14 co. 5-quater colpisce uno
straniero che si sia reso responsabile di un comportamento omissivo
(il mancato allontanamento), piuttosto che di un comportamento
commissivo (il rientro non autorizzato in Italia a seguito di un
allontanamento effettivamente eseguito).

La condotta punita non differisce quindi in modo qualitativo da
quella punita dall'art. 14, co. 5-ter. L'esimente del giustificato
motivo deve quindi applicarsi anche in questo caso.

Cordiali saluti
sergio briguglio

Nessun commento: